All fields are required.

Close Appointment form

Urgenze e informazioni

+39 338.6899930 |

    Per un buon sonno la giusta alimentazione

    Per un buon sonno la giusta alimentazione
    Per un buon sonno la giusta alimentazione

    L’alimentazione per dormire meglio.

    L’alimentazione ha un ruolo anche sulla regolazione del sonno. Ci sono infatti tutta una serie di cibi che possono contribuire a farci dormire male, a creare dei disturbi come il reflusso notturno o addirittura a non farci dormire per niente.

    Non a caso viene sempre consigliato di mangiare presto la sera e poco, per facilitare il processo digestivo e per poter poi permettere all’organismo di espletare tutte le sue funzioni notturne. Non è forse vero che quando mangiamo troppo possiamo avvertire subito dopo sonnolenza o addirittura cefalea? Il troppo cibo ci fa addormentare e ci lascia senza forze perché l’organismo è impegnato in quel superlavoro della digestione e quindi qualsiasi altra attività risulta difficoltosa proprio perchè tutte le energie sono indirizzate verso il processo digestivo.
    Questo ci fa capire quanto sia importante ciò che mangiamo…

    L’insonnia è un disturbo che consiste in una condizione di insoddisfazione relativa alla quantità o alla qualità del sonno. Ne soffre il 6-13 % degli adulti, è più frequente nelle donne e spesso queste persone sono candidate all’utilizzo cronico di una terapia farmacologica. Le persone che ne soffrono possono sentirsi insoddisfatte del proprio sonno e di solito manifestano uno o più dei seguenti sintomi: stanchezza, scarsa energia, deficit dell’attenzione, disturbi dell’umore e riduzione delle prestazioni lavorative o scolastiche.

    Quali sono quindi i cibi che dovremmo evitare la sera per permettere e facilitare un sonno ristoratore e tranquillo?

    -Il cibo fast food come ad es un cheeseburger che per l’abnorme contenuto di grassi costituisce una causa nella riduzione del sonno. I grassi inoltre stimolano la produzione di succhi gastrici acidi, i quali possono refluire nell’esofago, determinando pirosi sintomo tipico della malattia da reflusso gastro-esofageo con una riduzione dell’efficienza del sonno.

    -L’alcool di qualunque tipo: è terribile per il sonno perché viene metabolizzato rapidamente nell’organismo ed è la causa di frequenti risvegli durante la notte.

    -Il caffè: contiene caffeina, la quale è un potente stimolante del Sistema nervoso centrale pertanto bere caffè prima di andare a dormire vi terrà svegli durante la notte.

    -Il cioccolato oltre ad essere ricco di calorie, contiene caffeina. Una barretta di cioccolato al latte da 44 grammi contiene circa 12 mg di caffeina.

    -Le bevande energetiche: la quantità di caffeina è indiscutibile. Una bevanda da 240 ml contiene circa 80 mg di caffeina o l’equivalente di un caffè espresso. In considerazione di ciò sarebbe meglio evitarle anche numerose ore prima del sonno.

    -Le bevande gassate: alcune bevande gassate contengono agrumi, benzoato di sodio e altre sostanze chimiche che possono favorire il reflusso acido: una ricetta perfetta per una notte insonne.

    -Il cibo indiano: non si tratta del cibo indiano in sè, ma piuttosto delle spezie presenti in questa particolare tipologia di alimenti, la quale può tenere svegli la notte. Uno studio condotto in Australia ha messo in evidenza che giovani uomini che utilizzavano tabasco e senape a cena avevano maggiore difficoltà ad addormentarsi e presentavano un sonno meno profondo rispetto ai soggetti che consumavano un pasto leggero. Le spezie inoltre possono causare acidità di stomaco.

    -La carne rossa: la carne animale ricca di proteine e grassi è uno degli alimenti più difficili da digerire. Se mangiata la sera andrebbe masticata a lungo per facilitarne la digeribilità.

    -Le patatine fritte: sono unte il che significa ricchezza di grassi e quindi possibilità di insonnia mentre l’organismo cerca di digerirle.

    Visto quanto il cibo può condizionare ed alterare la nostra tranquillità notturna? Ma non solo… questo lo si vede anche di giorno quando a pranzo viene consumato un pasto troppo pesante che va ad alterare tutto il rendimento della nostra giornata provocando stanchezza, cefalea, calo dell’attenzione e forte sonnolenza.

    Quali sono i cibi allora che possiamo consumare durante il giorno per avere un sonno migliore?

    Le ciliegie, tipiche di questa stagione!! Sono una fonte naturale di triptofano e melatonina entrambi coinvolti nella regolazione del sonno.
    Le batate (patate dolci): oltre ad essere un alimento estremamente salutare, le patate dolci possono aiutare a combattere l’insonnia perché sono una grande fonte di potassio, il micronutriente che favorisce il rilassamento muscolare.
    Le noci contengono melatonina garantendo una migliore qualità e regolarità del sonno
    Il cavolo: è ricco di proteine e micronutrienti salutari, in particolare il calcio; oltre a garantire ossa forti, il calcio aiuta il cervello a convertire il triptofano in melatonina, essenziale per dormire bene tutta la notte
    Un buon infuso prima di andare a letto è un ottimo rimedio per l’insonnia perché aiuta ad evitare lo stress e a calmarsi. Ma poi altri cibi come le banane, i pompelmi e la lattuga consumati durante la giornata aiutano tantissimo!

    E quindi il mio consiglio è quello di fare sempre una cena leggera evitando possibilmente cibo animale e grasso, di masticare bene e di sparecchiare la tavola entro le ore 20!
    Una bella minestra di verdure dell’orto con aggiunta di qualche cucchiaio di riso integrale o dei cereali a scelta saltati in padella con delle verdure fresche o anche una bella insalata accompagnata ad un buon pane integrale, aiuteranno a riposare molto bene, vi invito a provare!

    Dr.ssa Donatella Pezzimentiwww.studiomedicopezzimenti.it

    13
    • Share This

    Related Posts

    ×